Frane

La frana di Saidmarreh



Questa antica frana in Iran ha spostato circa cinque miglia cubiche di materiale.

Frana di Saidmarreh: Landsat immagine di Saidmarreh Frana a Saidmarreh, Iran. L'area di origine della diapositiva è delimitata a sud-ovest dalla cresta dell'antilinea di Kabir Kuh. I detriti dello scivolo percorsero il fianco dell'antilinea, attraversarono il fiume Karkheh e proseguirono attraverso il fondovalle. Parte del materiale nella diapositiva è stata trasportata per una distanza di 14 chilometri (9 miglia). Ingrandisci l'immagine.

La diapositiva di Saidmarreh

La frana di Saidmarreh si trova nell'Iran occidentale.

Una delle più grandi frane che possono essere facilmente riconosciute nelle immagini satellitari è la frana di Saidmarreh nell'Iran occidentale. Lo scivolo si è verificato circa 10.000 anni fa, quando circa 20 chilometri cubi (circa 5 miglia cubiche) di calcare del miocene inferiore ed eocene si sono staccati lungo i piani di lettiera e sono scivolati lungo il fianco nord dell'antica linea di Kabir Kuh. La massima discesa verticale era di circa 1600 metri (5250 piedi).

La lastra scorrevole era larga circa 15 chilometri (9 miglia) e aveva una superficie di circa 165 chilometri (64 miglia quadrate). I detriti dello scivolo attraversarono il fiume Karkheh alla base del pendio e si sparsero lungo il fondovalle. Parte del materiale nella diapositiva aveva una distanza di viaggio di oltre 14 chilometri (9 miglia).

Correlati: Le frane più grandi del mondo

Saidmarreh Informazioni sulla frana
1 Shoaei, Z. e Ghayoumian, J., 1998, frana di Seimareh, la più grande diapositiva complessa del mondo, In: Moore D. e Hungr O. (editori), Ottavo Congresso Internazionale della International Association for Engineering Geology and the Environment , Atti, pagine 1337-1342.
2 Harrison, J.V. e Falcon, N.L., 1938, An Ancient Landslip at Saidmarreh nel sud-ovest dell'Iran, The Journal of Geology, Volume 46, pagine 296-309.
3 Dave Petley, 2009, La più grande frana di tutte - Saidmareh, Iran, The Landslide Blog. Ultimo accesso giugno 2017.

I detriti dello scivolo hanno arginato il fiume Karkheh, causando la formazione di un grande lago dietro la diga. Il lago ha resistito abbastanza a lungo da accumularsi sul fondo fino a 150 metri di sedimenti (questi sedimenti attualmente supportano diverse migliaia di acri di terra coltivata). Il lago ha poi aperto la diga ed eroso un canale attraverso di essa. Il panorama attuale è mostrato nell'immagine Landsat nella parte superiore di questa pagina e nell'immagine satellitare di Google.