Vulcani

Vulcano Stromboli - Italia



Immagine di Stromboli

Una vista dell'isola conosciuta come "Stromboli". Un pennacchio sorge dallo sfogo vulcanico con lo stesso nome. L'isola ha una popolazione di poche centinaia di persone. Questa vista mostra il lato nord-est dell'isola dove si trovano la maggior parte delle loro abitazioni.

Stromboli: Introduzione

Stromboli è uno dei vulcani più attivi sulla Terra ed è in eruzione quasi continua dal 1932. Poiché è stato attivo per gran parte degli ultimi 2000 anni e le sue eruzioni sono visibili per lunghe distanze di notte, è noto come "Faro di il Mediterraneo". Situato al largo della costa del sud Italia, è tra i vulcani più visitati al mondo.

Stromboli è ampiamente noto per le sue spettacolari eruzioni che sgorgano fontane di roccia fusa dal suo cratere centrale pieno di lava. Poiché queste eruzioni sono così distintive e ben note, i geologi usano la parola "Strombolian" per descrivere chiaramente simili attività eruttive su altri vulcani.

Stromboli costituisce la maggior parte delle isole Eolie a nord-est. La sua base inizia oltre 1000 metri sotto la superficie del Mar Tirreno e sale a 924 metri sopra il livello del mare.

Mappa: Dov'è Stromboli?

Mappa che mostra la posizione di Stromboli, nel Mar Tirreno. Map by e MapResources. Vulcani vicini: Etna, Vesuvio.

Sezione tettonica delle placche semplificata

Sezione trasversale tettonica delle placche semplificata che mostra come Stromboli si trova sopra una zona di subduzione formata dove si scontrano le placche eurasiatica e africana.

Stromboli: impostazione tettonica a placche

Come l'Etna sull'isola di Sicilia, Stromboli fa parte dell'arco vulcanico calabrese. I vulcani dell'arco calabrese sono associati alla subduzione della placca tettonica africana sotto la placca eurasiatica. Stromboli si trova su un sistema di faglia di tendenza NE-SW, ma i meccanismi che alimentano la camera magmatica del vulcano e la loro relazione con il sistema di faglia sono scarsamente compresi.

Stromboli Venting

Stromboli che scarica vapore. Stromboli è uno stratovulcano che inizia sul fondo del Mar Tirreno e sale a 924 metri (3031 piedi) sul livello del mare. Questa è una vista del lato orientale dell'isola e della cicatrice del collasso della Sciara del Fuoco, che incanalano il tephra e la lava che scorre verso il mare.

Geologia e pericoli di Stromboli

L'isola di Stromboli fu costruita da una serie di eruzioni di basalto ricco di potassio e di lava andesite basaltica. Le prime eruzioni iniziarono circa 200.000 anni fa e formarono l'ormai eroso vulcano Strombolicchio. A partire da circa 160.000 anni fa, l'isola di Stromboli iniziò a formarsi. Per i successivi 150.000 anni, i flussi di lava e i depositi piroclastici costruirono uno stratovulcano, che fu infine coperto da depositi piroclastici, lahar e flussi di lava. Il periodo Neostromboli ha visto la formazione del moderno edificio vulcanico, che ha comportato numerosi crolli sul fianco e sulla caldera sommitale. Le attuali prese d'aria eruttive si trovano nella parte superiore della Sciara del Fuoco, una grande cicatrice da collasso sul lato nord-ovest dell'isola che si è formata circa 5.000 anni fa.

Fatti su Stromboli

Posizione:Isole Eolie, Italia
Coordinate:38.789oN, 15,213oE
Elevazione:924 m (3.031 ft)
Tipo di vulcano:stratovulcano
Ultima eruzione:in corso
Vulcani vicini:Etna Vesuvio

Stromboli è il luogo tipo per lo stile di eruzioni "stromboliane". Le eruzioni stromboliane sono lievi eventi esplosivi in ​​cui "lumache" di gas si alzano periodicamente attraverso un condotto vulcanico pieno di magma, esplodono in superficie e gettano frammenti di lava nell'aria. La lava cade sotto forma di bombe (più grandi di circa 3 pollici) e di scoria (frammenti più piccoli), e alla fine si trasforma in un cono vulcanico dai lati ripidi.

La Sciara del Fuoco rappresenta il pericolo vulcanico più grave per Stromboli. Un crollo del settore catastrofico non solo sposterebbe grandi volumi di materiale e potrebbe esporre i sistemi di argini sulla pendenza NO del vulcano; potrebbe anche creare uno tsunami, che potrebbe causare molti danni se raggiungesse una qualsiasi delle altre isole dell'arcipelago delle Eolie o della costa siciliana.

Eruzione di Stromboli

Vista di Stromboli che esplode al tramonto, lanciando magma basaltico in alto nell'aria per formare una "fontana" incandescente. Questo è il tipo di eruzione conosciuta come "Strombolian".

Stromboli: storia dell'eruzione

L'attività a Stromboli è stata registrata dagli storici per oltre 1.000 anni e varia dal lieve degassamento ai flussi di lava alle violente eruzioni esplosive. I documenti del 1907 indicano che un'esplosione è stata abbastanza forte da mandare in frantumi le finestre nei villaggi dell'isola e che nel 1930 forti esplosioni sono state associate a un terremoto che ha anche creato un piccolo tsunami. L'eruzione più recente è iniziata nel 1932 e da allora ha continuato sostanzialmente senza interruzioni. Periodicamente, le transizioni in stile eruttivo di Stromboli e le prese d'aria vicino alla cima producono flussi di lava che vengono incanalati dalla Sciara del Fuoco verso il mare; il più recente di questi si è verificato nel 2002 e nel 2007. Una teoria che è stata suggerita per spiegare la transizione è che il magma nel condotto del vertice di Stromboli occasionalmente forza delle dighe aperte sul fianco nord-occidentale ed è scoppiato come flussi di lava piuttosto che attraverso il gas esplosioni.

Lo sapevate?
Nel romanzo di Jules Verne Viaggio al centro della terra (Voyage au Centre de la Terre), Axel e Otto Lidenbrock emergono dal loro viaggio sotterraneo dal vulcano di Stromboli:
"Proprio sopra le nostre teste, a grande altezza, ha aperto il cratere di un vulcano da cui è fuggito, da un quarto d'ora all'altro, con un'espressione molto forte, un alto getto di fiamma mescolato con pietra pomice, scorie e lava Potevo sentire le convulsioni della natura nella montagna, che respirava come un'enorme balena, vomitando di tanto in tanto fuoco e aria attraverso le sue enormi prese d'aria ...
"Come si noma questa isola?" - 'Qual è il nome di quest'isola? "Stromboli", rispose il pastorello traballante, scappando da Hans e scomparendo tra gli uliveti. Pensavamo abbastanza poco a lui.
"Stromboli! Quale effetto sull'immaginazione produssero queste poche parole! Eravamo nel centro del Mediterraneo, in mezzo all'arcipelago orientale della memoria mitologica, nell'antico Strongylos, dove Eolo teneva il vento e la tempesta incatenati. E quei blu le montagne, che salivano verso il sorgere del sole, erano le montagne della Calabria ".
Viaggio al centro della terra, Capitolo XLIII

Circa l'autore

Jessica Ball è una studentessa laureata presso il Dipartimento di Geologia della State University di New York a Buffalo. La sua concentrazione è in vulcanologia e attualmente sta studiando il collasso della cupola di lava e i flussi piroclastici. Jessica si è laureata in scienze presso il College of William and Mary e ha lavorato per un anno presso l'American Geological Institute nel programma Education / Outreach. Scrive anche il blog Magma Cum Laude, e in quanto tempo libero le resta, le piace arrampicare su roccia e suonare vari strumenti a corda.

Ulteriori informazioni su Stromboli
Sito Web del programma di vulcanismo globale della Smithsonian Institution: pagina di Stromboli.
Gates, A.E. e Ritchie, D., 2007, Encyclopedia of Earthquakes and Volcanoes, Third Edition: New York, NY, Checkmark Books, 346 p.
Vulcani d'Italia: la culla della vulcanologia: Vulcano Stromboli.
Mattia et al., 2008, Indagini geofisiche sul sistema idraulico del vulcano Stromboli (Isole Eolie, Italia). Journal of Volcanology and Geophysical Research, v. 176, n. 4, p. 529-540.
Verne, Jules, 1864, Viaggio al centro della terra (Voyage au Centre de la Terre).

Guarda il video: L' eruzione dello Stromboli. Ecco la mappa dei vulcani attivi in Italia (Giugno 2020).