Minerali

Marcasite



Proprietà minerali e usi


Marcasite a cresta di gallo: Cristalli tabulari di marcasite a "cresta di gallo" con terminazioni a punta di lancia, cresciute su una base di fluorite. Questo esemplare è stato raccolto dalla miniera di dentoni, un produttore di fluorite nell'Illinois. Misura circa 4,1 x 2,0 x 2,0 centimetri. Esemplare e foto di Arkenstone / www.iRocks.com.

Che cos'è Marcasite?

La marcasite è un minerale solfuro di ferro da giallo a giallo argenteo con una composizione chimica di FeS2. Si forma per precipitazione da acque acide in ambienti superficiali o vicini alla superficie. La marcasite si trova comunemente in sedimenti, rocce sedimentarie e depositi idrotermali in molte parti del mondo. La marcasite è stata storicamente utilizzata come fonte di zolfo; tuttavia, oggi non ha alcun uso industriale significativo.

Proprietà fisiche di Marcasite

Classificazione chimicaSolfuro
ColoreGiallo bronzo chiaro a giallo argenteo su superfici fresche; tuttavia, la marcasite si appanna facilmente e gli esemplari si alterano nel tempo in un colore brunastro anche in un ambiente d'ufficio.
strisciaDa grigio scuro a nero
LustroMetallico se fresco, submetallico dopo appannamento.
diaphaneityOpaco
sfaldamentoPovero
Durezza MohsDa 6 a 6.5
Peso specificoDa 4.8 a 4.9
Proprietà diagnosticheColore, forma cristallina
Composizione chimicaSolfuro di ferro, FeS2
Sistema di cristalloortorombico
usiUna fonte storica di zolfo. Si dice che alcune pietre preziose e gioielli siano fatti di marcasite, ma la maggior parte di questi sono in realtà pirite o fatti da un metallo con un aspetto simile.

Proprietà fisiche di Marcasite

La marcasite è simile alla pirite nell'aspetto e nelle proprietà fisiche e ha la stessa composizione chimica. Tuttavia, i due minerali differiscono nella struttura cristallina. La pirite si cristallizza nel sistema isometrico, mentre la marcasite è ortorombica.

La differenza più importante tra pirite e marcasite è la loro differenza di stabilità nella superficie e nell'ambiente vicino alla superficie. La marcasite è molto più reattiva della pirite e si altera a un ritmo molto più rapido. La marcasite si appanna rapidamente quando viene esposta alle intemperie e si appanna anche nei cassetti dei campioni di un'aula.

Se conservati in un luogo con moderata umidità, i campioni di marcasite possono alterarsi per formare minerali di solfato ferroso. In presenza di umidità o umidità, questi minerali solfati possono produrre piccole quantità di acido solforico che possono danneggiare le schede dei campioni, le scatole dei campioni e i campioni adiacenti. La reazione può scolorire il legno o causare la ruggine dei cassetti di un armadio per campioni. I campioni di marcasite devono essere conservati dove è possibile controllare l'umidità e dove qualsiasi alterazione non causerà danni.

Le persone che hanno esperienza con i campioni di mano di pirite e marcasite possono spesso distinguerli solo sulla base del loro colore o offuscamento. Tuttavia, la forma cristallina, se osservabile, fornisce una separazione conclusiva. La striscia di pirite può essere leggermente verdastra mentre la marcasite è un grigio puro.

Nella microscopia a luce riflessa di carboni lucidati e campioni di minerale, la marcasite avrà un colore notevolmente più bianco rispetto al giallo ottone della pirite, anche se osservatori inesperti potrebbero vederli fianco a fianco e presumere che entrambi siano pirite. Il testo conclusivo è l'osservazione sotto i polarizzatori incrociati quando la marcasite può produrre colori di interferenza di verde, blu e marrone rossastro.

Cristalli di marcasite: Cristalli brassy di marcasite con dolomite minore della contea di Cherokee, Kansas. Misura circa 9,0 x 4,8 x 4,5 centimetri. Esemplare e foto di Arkenstone / www.iRocks.com.

Evento geologico di marcasite

La maggior parte delle marcasite si forma in tre modi: 1) come minerale sedimentario primario; 2) come prodotto dell'attività idrotermale a bassa temperatura; e 3) come minerale secondario che si forma durante l'alterazione di altri solfuri come pirrotite o calcopirite. La maggior parte delle condizioni di formazione della marcasite sono a temperature relativamente basse e elevata acidità.

La marcasite ha un significato economico quando si trova nel carbone. Contribuisce alle emissioni di anidride solforosa durante la combustione del carbone. Quando i carboni vengono analizzati per il loro contenuto di zolfo, vengono spesso lisciviati in laboratorio con acido nitrico. La quantità di minerale di solfuro nel campione è stimata mediante calcolo in base alla quantità di ferro disciolto nella lisciviazione con acido nitrico. Il risultato è riportato come "zolfo piritico", il che non tiene conto del fatto che parte del ferro avrebbe potuto essere fornito dalla marcasite. La maggior parte delle cuciture di carbone contiene pochissima marcasite, ma in alcune cuciture di carbone la marcasite può essere il minerale di solfuro dominante e la fonte primaria di zolfo.

La marcasite può formarsi in argille e torbe ricche in organico durante la loro sedimentazione o durante la diagenesi. I detriti organici in questi sedimenti producono un ambiente leggermente acido che favorisce la formazione di minerali solforati. La pirite è il solfuro più comune da formare, ma questo è anche un ambiente comune di marcasite.

Nelle argille e nei calcari, la pirite e / o la marcasite si formano spesso negli ambienti microgeochimici che circondano fossili o frammenti di detriti organici. Occasionalmente interi fossili sono sostituiti da pirite e raramente marcasite.

Nei depositi idrotermali, la marcasite può essere uno dei molti minerali solforati da depositare lungo le vene e le fratture. La marcasite idrotermale è spesso associata a pirite, pirrotite, galena, sfalerite, fluorite, dolomite o calcite.

Confusione di nome: pirite contro marcasite

Fino agli inizi del 1800, molte persone usavano collettivamente la parola "marcasite" e i suoi equivalenti stranieri per pirite, marcasite e altri minerali di solfuro di ferro giallo. Fu solo nel 1845 che la marcasite fu riconosciuta come solfuro di ferro ortorombico e diversa dalla pirite.

Il modo migliore per conoscere i minerali è studiare con una raccolta di piccoli esemplari che è possibile gestire, esaminare e osservare le loro proprietà. Collezioni di minerali economiche sono disponibili nello Store.

Non apprezzato: Pyrite vs. Marcasite

La pirite è ampiamente conosciuta per il suo soprannome di "oro folle". La pirite è anche un minerale "onnipresente", il che significa che è "trovata ovunque". In confronto, la marcasite è molto meno comune e non così ampiamente riconosciuta dalle persone che studiano le rocce . Per questo motivo molte persone hanno visto la marcasite sul campo e hanno ipotizzato che fosse pirite, un minerale molto più comune, molto più probabile e molto più frontale.

Gioielli “Marcasite”: Una spilla "marcasite" realizzata con pirite, perla e argento. Le piccole pietre sfaccettate nella spilla sono tagliate dalla pirite piuttosto che dalla marcasite.

Gioielli e pietre preziose "Marcasite"

Oggi i gioielli "Marcasite" vengono venduti occasionalmente, ma erano molto più popolari nei design vittoriani e in stile Liberty della fine del 1800 e dei primi del 1900. Gran parte di questi gioielli non sono stati realizzati con marcasite. Invece, la maggior parte è stata realizzata con pirite o imitazione di "pietre preziose" in metallo. La marcasite mineralogica è quasi sconosciuta in questo gioiello anche se viene usato il nome "marcasite".

La vera marcasite è una cattiva scelta per i gioielli perché è fragile e chimicamente instabile. Si appanna rapidamente e talvolta altera i minerali solfati che possono essere corrosivi se esposti all'umidità o all'umidità.

Altri usi di Marcasite

La marcasite è stata usata in passato come fonte minore di zolfo e per la produzione di acido solforico. Oggi la marcasite non ha alcun uso industriale significativo.

Guarda il video: Marcasite (Luglio 2020).